Domani, sabato 7 ottobre (orario 10-13 e 16-19), la sede storica di Palazzo Vallelonga in Corso Vittorio Emanuele 92/100 a Torre del Greco, sarà visitabile da cittadini e turisti.

La Banca di Credito Popolare aderisce alla XVI Edizione di “Invito a Palazzo”, manifestazione sostenuta dall’Associazione Bancaria Italiana. Anche per il 2017 i più importanti Istituti di Credito nazionali metteranno in mostra per il grande pubblico, gratuitamente, le opere d’arte conservate nelle loro sedi storiche. Per un’intera giornata, i palazzi delle banche saranno trasformati in questa occasione da luoghi dove si esercita la professione bancaria a spazi museali aperti alla cittadinanza.

La BCP apre le porte di Palazzo Vallelonga per mostrare i suoi tesori artistici ai visitatori: sarà possibile accedere al primo piano, abitualmente chiuso al pubblico, per ammirare i corridoi, la sala del Consiglio e la collezione d’arte dell’Istituto. Sono previste visite guidate gratuite, su prenotazione per gruppi e scuole, a cura degli allievi dell’Istituto Statale “Francesco Degni” di Torre del Greco, che collabora con la stessa banca nel progetto ABI “Guida per un giorno”, iniziativa culturale per diffondere l’arte tra i ragazzi delle scuole, per favorirne l’educazione, la crescita e la formazione mediante l’apprendimento della Storia dell’Arte.

“Questa evento – afferma il presidente dell’istituto di credito Mauro Ascione – rappresenta per la Banca di Credito Popolare un momento di condivisione del patrimonio artistico, che conserviamo e valorizziamo, con il territorio e le persone a cui siamo legati dalle radici comuni. E’ il simbolo di un mondo bancario che opera insieme alla comunità, a conferma della profonda sintonia con il proprio territorio”.

Sempre nella giornata di domani (orario 10-13), sarà possibile visitare anche il Museo del Corallo dell’Istituto Statale d’Arte di Torre del Greco in piazza Luigi Palomba, dove si potranno ammirare pregevoli esempi di lavori realizzati da studenti e docenti, nonché opere provenienti da donazioni o acquisti, in corallo, madreperla, argento, tartaruga, ardesia, pietra lavica e cammei.