La Bcp punta sul mondo della scuola. Al via la seconda edizione di “Che impresa, ragazzi” – VIDEO

78

Investire sulla cultura economica dei giovani crea un patrimonio per il futuro del nostro territorio. Preparare i giovani fornendo loro degli strumenti di competenza finanziaria rappresenta ormai un indispensabile impatto positivo sulla stessa esistenza che questi ragazzi si apprestano a vivere.
L’impegno che la Banca di Credito Popolare sente come particolarmente vicino alla propria missione e alle proprie competenze è affiancare le scuole e le istituzioni del territorio nella divulgazione alle nuove generazioni della conoscenza di temi economico-finanziari, proponendo delle attività didattiche per ampliare e rafforzare la consapevolezza su alcuni valori fondanti del benessere di una comunità come l’uso razionale del denaro e la legalità.
Numerose sono le iniziative che vengono realizzate mettendo a disposizione, senza finalità commerciali, l’esperienza e la consulenza BCP sui temi della gestione del risparmio e del bilancio familiare.
Dopo il lusinghiero successo dello scorso anno, è partita oggi 22 febbraio la seconda edizione del progetto “Che Impresa Ragazzi!”, organizzato in collaborazione con la FEDUF – Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio, che vede impegnata la BCP nella diffusione tra i giovani della conoscenza di temi economico-finanziari. Il percorso di formazione, articolato in quattro fasi, porterà gli studenti ad affrontare diversi temi economici e finanziari tra cui: capitale umano, uso consapevole del denaro, ruolo degli intermediari finanziari e loro prodotti, cultura imprenditoriale. Il progetto poi prevede anche una fase “operativa” attraverso lo sviluppo di un’idea imprenditoriale.
I ragazzi al termine del percorso, in team, guidati dall’esperto FEDUF, dal docente tutor e da diversi consulenti in materia di crediti, redigeranno, con un software online, un business plan e prepareranno un video di presentazione del proprio progetto a FEDUF e alla BCP. I migliori progetti parteciperanno alla selezione nazionale del concorso tra le classi partecipanti di tutta Italia. Al percorso parteciperanno un totale di oltre 150 studenti provenienti da cinque Istituti superiori torresi che hanno aderito all’iniziativa: Istituto Tecnico Economico “Eugenio Pantaleo”, Liceo Scientifico Statale “Alfred Nobel”, Liceo Scienze Umane, Artistico, Tecnico per il Turismo, Produzioni industriali ed artigianali “Francesco Degni” e Liceo Classico “Gaetano De Bottis”, Istituto Statale Tecnico Trasporti e Logistica Cristoforo Colombo”.

“Questi progetti – afferma Felice Delle Femine, direttore generale BCP – rappresentano uno sbocco naturale per la nostra mission. Proprio la consapevolezza di essere banca del territorio ci responsabilizza ed impone di creare, ogni giorno, opportunità concrete di lavoro per i nostri giovani nella terra dove sono nati ed intendono vivere e crescere”.
Sempre nel mese di febbraio parte il percorso di educazione finanziaria attivato con l’Istituto Tecnico Economico “Eugenio Pantaleo” per il triennio scolastico 2016/2019, con la quale la BCP si è impegnata ad accogliere gli alunni delle classi terze per formarli e sensibilizzarli su temi di natura bancaria.
I ragazzi coinvolti saranno oltre 70 e nell’arco di quattro mattinate nell’Auditorium di Palazzo Vallelonga, con l’obiettivo di fornire strumenti utili per un approccio consapevole al risparmio, all’investimento e al rischio.

“È importante – dice Loredana Loffredo, responsabile dei progetti di educazione finanziaria della BCP – offrire ai giovani la possibilità di riflettere sul valore del denaro e sulla necessità di gestirlo responsabilmente per sé stessi e per la comunità, in un’ottica di cittadinanza consapevole. Queste iniziative rappresentano un’opportunità per far crescere nei ragazzi una consapevolezza su temi economico-finanziari coinvolgendo tutte le scuole della nostra area con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini di domani nell’uso attento del proprio denaro”.