E’ stato un corteo silenzioso. Oltre quattrocento fiaccole e almeno ottocento persone, la sera di venerdì 24 agosto, hanno attraversato le strade periferiche di Torre del Greco per ricordare Matteo, Giovanni, Gerry e Antonio, i quattro amici morti durante il crollo del ponte Morandi a Genova lo scorso 14 agosto. Organizzato dai parenti delle vittime, a una settimana esatta dal giorno dei funerali, il corteo è partito dalla casa di Matteo Bertonati, in via Enrico De Nicola, e ha raggiunto le abitazioni di Antonio Stanzione e Gerry Esposito in via Cappella Bianchini e quella di Giovanni Battiloro in via Sedivola per poi sciogliersi in un abbraccio collettivo nel parcheggio Nassiriya dove sono state lanciate verso il cielo quattro lampade cinesi per raggiungere idealmente i ragazzi scomparsi. E mentre Salvatore Bertonati, fratello di Matteo, ha annunciato la nascita di un’associazione dedicata alla memoria dei quattro amici, anche il sindaco Giovanni Palomba ha confermato la volontà di realizzare un monumento e istituire una borsa di studio.

Mariella Romano