Si è celebrata ieri sera, per la prima volta, anche a Torre del Greco la Giornata mondiale del marittimo. Istituita dalla convenzione Internazionale Manila 2010, sino ad oggi la quarta città della Campania non aveva ancora avuto modo di organizzare eventi a riguardo. Un’autentica provocazione in termini, considerato che la maggiore città della costa vesuviana è anche la seconda d’Italia, dopo Genova, per numero di marittimi impiegati. A promuovere l’evento l’associazione “Marittimi per il futuro” in collaborazione con il parroco della basilica di Santa Croce, don Giosuè Lombardo, che nell’anno della santificazione di Vincenzo Romano, ha spinto perchè ci fosse un pubblico riconoscimento all’azione ed all’attività dei torresi impegnati sul mare. Così un momento di riflessione e di approfondimento sul significato della giornata mondiale, tenuto all’interno della basilica ed affidato alla lettura di messaggi, oltre alla solennità delle voci del coro Jubilate Deo. Presenti le autorità militari della Capitaneria di porto e dei Carabinieri, ed il neo eletto sindaco Giovanni Palomba.

Al termine della manifestazione, il presidente dell’associazione Marittimi per il futuro, Ciro Raiola, coadiuvato dal Cap.no Ciro Esposito, ha proceduto alla consegna di una targa di riconoscimento ai soci che si sono maggiormente distinti.