Parte il nuovo format di TVCITY dedicato al parroco Santo, verso la canonizzazione del 14 ottobre. Prima puntata dedicata alla storia di don Vincenzo Romano.

Il viaggio di TvCity nella vita, nelle opere, nella fede e nella spiritualità del parroco Vincenzo Romano, primo sacerdote italiano elevato agli onori degli altari, inizia dalla Basilica Pontificia di Santa Croce.

Il 3 giugno del 1751 Domenico Vincenzo Michele Romano nasce in via Piscopia, a Torre del Greco, in una famiglia umile e molto devota. Il piccolo Vincenzo inizia fin da ragazzino a manifestare la grande fede e la volontà di diventare sacerdote sulle orme del fratello maggiore.

Il 10 giugno del 1775 il giovane Vincenzo viene ordinato sacerdote nell’antichissima chiesa di Santa Restituta a Napoli. Il giorno dopo,  l’11 giugno, celebra la sua prima messa nella chiesa parrocchiale di Santa Croce. In quello stesso giorno, accade un fatto straordinario e inspiegabile.

Torre del Greco, era abitata soprattutto da pescatori di corallo e contadini: il 15 giugno del 1794, festa della Santissima Trinità, una devastante eruzione del Vesuvio distrugge strade, case e chiese. Da uno  squarcio che si apre sul fianco laterale del vulcano inizia a scendere lava incandescente. Il fuoco raggiunge prima Ercolano. Il 18 giugno arriva a Torre del Greco. Quel fiume bollente colpisce il cuore religioso del paese: crollano le chiese dell’Assunta, Santa Maria delle Grazie, Santa Maria del Principio e san Michele Arcangelo. La lava non risparmia la cinquecentesca chiesa parrocchiale di Santa Croce: rimane intatto solo il campanile.

Il 5 giugno del 1796,  iniziano i lavori per la ricostruzione di Santa Croce e solo il 28 dicembre del 1799 don Vincenzo viene nominato parroco: sostituisce don Gennaro Falanga, ormai troppo anziano.

Mariella Romano