La Torrese si arrende ai cartellini e al Real Poggiomarino.

Nel big match della 19° giornata del Girone B del Campionato Promozione, che ha visto sfidarsi la seconda e la sesta del campionato, la squadra di Torre del Greco ha avuto la peggio complice una sfortunata gestione dei cartellini rossi.

Sul manto erboso dell’Amerigo Liguori, mister Ciro Manzo prova Tammaro e Scala a supporto di La Pietra, lasciando in cabina di regia Pepe in compagnia di Fontana e Ferri.

L’avvio del Real Poggiomarino è imponente.

Al quarto minuto gli ospiti passano in vantaggio con la rete di De Luca, perfetto nel finalizzare il contropiede. Soli due minuti, ed arriva anche il raddoppio del Real Poggiomarino, su calcio di rigore trasformato da Agnello.
L’uno-due in appena sei minuti di gioco non stordisce però la Torrese, che ha una sensazionale reazione di orgoglio in appena due giri di lancette. E’ solo l’ottavo minuto del primo tempo quando arriva il terzo gol della partita. Stavolta a segnarlo è la squadra di casa, con Pepe che risolve una mischia in area Poggiomarino.
La Torrese trova coraggio, e al minuto 16 riagguanta la gara. Il gol del 2-2 è un’opera tecnica di Scala, con perfetto sinistro su punizione da 30 metri.

Un primo tempo, spettacolare ed equilibrato, sembra consegnare ai tifosi una gara divertente nella ripresa. Così è almeno nei primi minuti, quando gli ospiti trovano il nuovo vantaggio con Di Ruocco. Il gol del 2-3 incattivisce però il match, e a pagarne le spese è la Torrese che vede sventolare il cartellino rosso prima al mediano Fontana (68esimo) e poi a bomber La Pietra (78esimo).

In 9 contro 11, la gara è compromessa e il 2-4 di Aufiero al novantesimo sancisce il risultato finale.

“E’ stata una bella partita – il commento di Umberto Ferri – molto combattuta. Nel primo tempo abbiamo regalato due gol su due disattenzioni, poi siamo stati subito bravi a riprendere la partita e abbiamo dominato il campo. Peccato per le espulsioni, da lì siamo calati nel ritmo e sui nervi.”

“Era una partita difficile – racconta Pasquale Fontana – Abbiamo avuto un approccio sbagliato, ma la reazione è stata molto positiva. Nella ripresa non siamo riusciti ad accorciare il gioco, e abbiamo pagato lo sforzo mentale del primo tempo. I cartellini rossi, compreso il mio, sono stati forse eccessivi. Nonostante questo abbiamo provato a riacciuffarla, ma ci siamo sbilanciati ed è arrivato il 4-2 finale. ”

“E’ dura quando ti trovi sotto di due reti dopo pochi minuti – le parole del portiere Saggese – per fortuna siamo riusciti a riprenderla ed abbiamo anche messo paura ai nostri avversari. Le due espulsioni a mio riguardo sono state ingiuste ed esagerate, in un secondo tempo in cui ci è andato tutto contro.”