Imparare un mestiere, farlo in maniera totalmente gratuita, restando sul proprio territorio. Nasce da un imprenditore sangiorgese, Simone Perfetti, il progetto “Lo Riparo Academy”, rivolto a 10 studenti dell’Iti Medi con sede a San Giorgio a Cremano. Si tratta di un vero e proprio percorso di formazione riservato agli under 18, durante il quale gli studenti selezionati tra quelli ritenuti meritevoli, impareranno la professione del “tecnico riparatore di  smartphone e dispositivi elettronici”,  le strategie di posizionamento di questo mestiere sui social e perfino l’educazione ambientale ad esso collegata: dalla riduzione dei rifiuti speciali  al corretto smaltimento degli stessi. I corsi saranno tenuti  da Simone Perfetti e il suo team, Donatella Sciarra, web social strategy e business coach e Vittorio Iumiento  esperto di regia e comunicazione .

L’opportunità messa disposizione dall’ imprenditore che già possiede diversi punti vendita a San Giorgio a Cremano, a Napoli e Portici, nasce anche dalla mancanza sul territorio di personale tecnico specializzato in questo settore. Da qui l’idea, poi divenuta progetto concreto di formare nuove figure di esperti competenti nella riparazione di smartphone e tablet da inserire all’interno delle proprie attività offrendo così una reale opportunità occupazionale.

Il progetto è stato presentato presso l’Iti Medi e gode del sostegno dell’amministrazione guidata dal sindaco Giorgio Zinno, nell’ambito delle politiche che l’ente mette in campo con i giovani e per i giovani, attraverso le scuole. In particolare anche rispetto alla consapevolezza collettiva sui vantaggi per l’ambiente e la salute derivanti dal riciclo dei cellulari stessi.

“E’ una preziosa opportunità – spiega il sindaco Giorgio Zinno che avrà un risvolto positivo concreto sul nostro territorio. I ragazzi potranno imparare un mestiere che porterà successivamente ad una opportunità di inserimento lavorativo. Nello stesso tempo contribuiremo a diffondere concetti e idee legate al riciclo e al rispetto dell’ambiente come la riduzione del rifiuto e il concetto di riciclo. L’idea di Simone Perfetti – continua Zinno –  è anche modello di cittadinanza attiva e partecipazione alla vita della nostra città e speriamo possa essere esempio per molti altri imprenditori che vogliono impegnarsi con i giovani e sul nostro territorio”.

Intanto, sempre nell’ambito delle attività che l’amministrazione svolge con le scuole,  ieri si è svolta una simulazione di Consiglio Comunale, nella sala consiliare Aldo Moro, con gli studenti delle classi quinte del Liceo Scientifico Carlo Urbani.

I ragazzi, accompagnati dai loro docenti, hanno presentato mozioni e interrogazioni a cui hanno risposto il sindaco Giorgio Zinno, gli assessori Ida Sannino, Ciro Sarno e Pietro De Martino. A presiedere la seduta il presidente del consiglio comunale Giuseppe Giordano

È stata un’ importante occasione di confronto con i ragazzi della nostra città che si sono dimostrati propositivi e partecipi alla vita della comunità e all’attività dell’amministrazione – ha detto il sindaco Giorgio Zinno. Siamo orgogliosi di poter vantare nella nostra città ragazzi così consapevoli e volenterosi nel comprendere e voler migliorare il nostro e il loro territorio. Ringrazio il presidente Giordano che è parte integrante di questo positivo percorso di alternanza scuola lavoro.”

Gli alunni delle classi Quinta C e D del Liceo Urbani sono stati consiglieri per un giorno – ha concluso Giordanoma sanno che saranno cittadini per sempre. Con l’amministrazione Zinno proseguiremo su questa linea per coinvolgere sempre più i ragazzi nella vita amministrativa”.