Lo spettacolo della natura sul Vesuvio. Una lepre e una volpe immortalate dalle videotrappole

677

Lo spettacolo della natura nel Parco Nazionale del Vesuvio catturato dalle videotrappole piazzate dai ricercatori dell’Università Federico II nell’ambito dei progetti di monitoraggio ambientale. Stanno facendo il giro del web le immagini postate dall’Ente Parco e che mostrano una lepre e una volpe durante l’attività notturna sul Vesuvio.
Il Parco, grazie alla sua posizione isolata dall’Appennino ed alla presenza di ambienti mediterranei continentali, costituisce un importante crocevia zoogeografico.
La vicinanza alla fascia costiera, il fatto di essere l’unico rilievo posto al centro della pianura nolana, le favorevoli condizioni climatiche e la grande diversità ambientale ne fanno una importante area di sosta e rifugio per la fauna migratoria ed hanno contribuito all’insediarsi, in un territorio di modesta estensione, di una interessante comunità faunistica.
Anche la fauna ha subito danni enormi nel corso degli incendi del 2017. Secondo i dati forniti dall’Ente Parco del Vesuvio tra i vertebrati si contano 2 specie di anfibi, 8 specie di rettili, 138 specie di uccelli, 29 specie di mammiferi mentra tra gli invertebrati sono state accertate 44 specie di lepidotteri diurni, 8 famiglie di apoidei e formicidi e molti altri taxa, in parte ancora da studiare e catalogare.
Quasi tutte le specie presenti sono di abitudini crepuscolari e notturne, le più comuni sono rappresentate da roditori ed insettivori.