Marino e Ciavolino possibili new entry nella giunta Palomba. A breve la firma

212

I tempi per la ridefinizione degli equilibri interni alla maggioranza targata Palomba si sono dilatati. Di rimpasto di parla ormai da settimane a Torre del Greco. Si è passati dall’ipotesi di “rivoluzionare” l’esecutivo a un ridisegno più soft della giunta torrese. Stando infatti alle ultime indiscrezioni dovrebbero essere solo due le new entry. Una per sostituire il fuoriuscito Pietro De Rosa cui era stato assegnato il delicato settore dei rifiuti, con risultati non soddisfacenti e che ha lasciato l’incarico non senza polemiche. Un’altra per subentrare a quella che dovrebbe essere l’unica defenestrata di questa prima fase di governo, Monica Ascione. Giovane ingegnere, con delega alla Polizia Municipale, all’Edilizia Sportiva, alle Problematiche dei Marittimi – e sicuramente tra gli assessori più attivi in questi primi sette mesi ma di fatto rimasta “scoperta” sotto il profilo della rappresentanza in consiglio comunale.
Per il resto si prevedono sostanziali riconferme nonostante i non brillanti risultati raggiunti, almeno fino a questo momento.
A Monica Ascione potrebbe così subentrare una giovanissima studentessa. La 24enne Elena Ciavolino, dottoranda in medicina, e sostenuta da Ciro Piccirillo e Salvatore Gargiulo.
Ad ereditare invece l’eredità del poliziotto in pensione in materia di ambiente e rifiuti potrebbe essere Giovanni Marino – funzionario regionale nonché ex vice-sindaco a San Giorgio a Cremano.
Insomma, sembra che la quadra sia stata trovata. Mancherebbe ora solo la decisione definitiva per la ridistribuzione delle deleghe tra le forze di maggioranza per dare il via alla fase due dell’era Palomba. Ma i decreti di nomina sarebbero di fatto già pronti.