carab stopI carabinieri della stazione di Monte di Procida hanno tratto in arresto Bartolomeo di Fraia, un 44enne residente al corso Garibaldi già noto alle forze dell’ordine, resosi responsabile di resistenza a pubblico ufficiale e di lesioni personali colpose.

Percorrendo via Giulio Cesare di Bacoli alla guida di una Fiat Punto non si è fermato all’alt impostogli dai militari dell’arma a un posto di controllo e si è dato alla fuga.
Subito inseguito dai militari, ha superato numerosi veicoli invadendo la corsia di marcia opposta su tratti stradali ove non è consentito il sorpasso. 
Dopo circa 3 km, sorpassando in curva su via Giulio Cesare ha invaso la corsia opposta finendo per impattare frontalmente con una Ford Fiesta guidata da una 19enne, che portava a bordo la madre 58enne.
Tutte le persone coinvolte nel sinistro sono state soccorse con l’ausilio di personale del 118 e portate all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli.
Alla 58enne i medici hanno diagnosticato “frattura scomposta dell’omero sx” guaribile in 35 giorni ricoverandola nel reparto ortopedia; alla figlia “trauma contusivo all’emitorace sx, trauma contusivo al ginocchio dx, algia spalla sx ed algia al gomito sx”, guaribili in 7 giorni; lo stesso di Fraia ha riportato frattura al setto nasale e infrazione dell’ottava costola guaribili in 15 giorni.
La sua auto era scoperta di polizza assicurativa obbligatoria ed è stata sequestrata.
L’uomo è stato dimesso e portato in tribunale per il rito direttissimo.
Il giudice l’ha condannato a un anno di reclusione con pena sospesa, subordinando la sospensione della pena alla prestazione di attività lavorativa non retribuita a favore della collettività per un periodo di otto mesi.