Manifestazione questa mattina sotto la sede di Palazzo Santa Lucia. I navigator campani risultati vincitori della selezione per entrare in servizio nei centri per l’impiego sono attualmente fuori dai giochi a causa della mancata firma della convenzione con l’Anpal da parte della Regione Campania.

In piazza questa mattina anche i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle.

“Al fianco dei 471 navigator della Campania di cui De Luca sta bloccando l’assunzione per mere speculazioni politiche sulla loro pelle”, ha detto Valeria Ciarambino, “professionisti che verrebbero assunti e pagati 1700 euro netti al mese + 300 euro di rimborso spese, a carico dell’Anpal e a costo zero per la Regione Campania. Il danno sarà per tutti i disoccupati in cerca di lavoro e per tutta la Campania, che per colpa di De Luca perderà pure 11 milioni di euro per il potenziamento dei Centri per l’impiego”.

Anche la federazione del sociale USB Campania ha dato il suo appoggio alla battaglia dei 471 navigator e ha invitato le istituzioni regionali a fare di tutto affinché il problema del precariato venga risolto nella nostra regione: “Non lasciamo soli questi ragazzi”.