Turris ufficialmente fuori dalla serie C. Non ci sarà infatti l’auspicata seconda finestra per i ripescaggi, quella che avrebbe permesso ai corallini di presentare domanda di ammissione in terza serie in seconda battuta  a causa dei ritardi sull’adeguamento dello stadio Liguori. Disattesa, dunque, la promessa strappata ai vertici federali nel corso dell’incontro a Roma di fine giugno cui partecipò il presidente corallino Colantonio insieme ad una delegazione del Comune di Torre del Greco.

Il Consiglio federale della Figc – per colmare le vacanze di organico determinate da rinunce e bocciature – ha riammesso in serie C Vecomp Verona, Fano e Paganese, ripescando dalla D solo Modena e Reggiana. Fuori clamorosamente, per problemi sempre legati ai rispettivi impianti, Cerignola e Bisceglie, che pure avevano presentato domanda nei termini.

Tuttavia, pur essendosi composto ora un organico a 59 squadre in serie C (anziché le 60 del format federale), il Consiglio ha deciso di non aprire la porta ad ulteriori ripescaggi, disattendendo così le residue speranze della Turris.