presentazione carta d'identità prima carta d'identità con consensoSono state presentate oggi le nuove Carte d’Identità rilasciate dal Comune di Ercolano che consentono l’indicazione sul documento del consenso per la donazione di organi e tessuti e l’immediata comunicazione al Centro Nazionale Trapianti. Ercolano è la città più popolosa in Campania, e tra le più popolose del Sud Italia, ad aver avviato il servizio. Alla presentazione hanno partecipato il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto, il dirigente e il funzionario dei Servizi Demografici del Comune Alfredo Ibello e Melania Russo, ed i dirigenti del Coordinamento Regionale Trapianti Vincenzo Del Giudice e Paolo Giannattasio

Possono inserire il consenso alla donazione tutti i residenti maggiorenni che rinnovano il documento d’identità scaduto o smarrito. A Ercolano la prima Carta d’Identità con il consenso per la donazione di organi e tessuti è stata rilasciata al primo cittadino Ciro Buonajuto: «Oggi abbiamo raggiunto un eccezionale traguardo di civiltà. Ricevere questo nuovo documento è stato emozionante: se tante persone faranno questo piccolo gesto di altruismo, potranno essere salvate decine di vite umane. Per me l’avvio di questo servizio ha un significato particolare: quando ero consigliere comunale fui tra i proponenti dell’iniziativa, essere riuscito a portarla a compimento da sindaco è stata una grande soddisfazione», così Buonajuto.

«L’avvio di questo servizio, che consente di riportare sul documento d’identità il consenso alla donazione degli organi e la trasmissione simultanea al database nazionale dei Centri per i Trapianti, è una vera e propria rivoluzione del sistema che ci consentirà di salvare tantissime vite – dice il dirigente del Coordinamento Regionale Trapianti Vincenzo Del Giudice – La prima causa della mancata donazione di organi è l’assenza di informazioni in riguardo: in Comuni come Ercolano, siamo certi che al massimo in dieci anni (la durata di una Carta d’Identità) tutta la popolazione verrà raggiunta dalla possibilità di esprimere il proprio consenso».

Con un messaggio, è intervenuto all’iniziativa di Ercolano anche Guglielmo Venditti, presidente dell’Aido Campania: «Con un piccolo gesto, si salveranno tante vite – afferma – I nuovi documenti d’identità a Ercolano che consentono la trasmissione del consenso alla donazione contribuiranno a ridurre le liste di attesa per i malati che necessitano di trapianto».