Con l’approssimarsi dei festeggiamenti di fine anno, il comando provinciale della Guardia di Finanza ha intensificato i controlli sul territorio, con particolare riguardo ai fenomeni illeciti di produzione e commercializzazione di artifizi pirotecnici illegali.

Durante un intervento, i finanzieri della Compagnia di Torre del Greco hanno sequestrato 50 kg di artifizi pirotecnici, rinvenuti all’interno di un garage nel centro cittadino e detenuti illecitamente per la successiva vendita, in totale assenza delle prescritte autorizzazione. Il responsabile è stato denunziato all’autorità giudiziaria.

Nel corso di un altro intervento eseguito al termine di una mirata attività info-investigativa, i finanzieri del gruppo Pronto Impiego Napoli hanno individuato, nel comune di Arzano, un deposito, ricavato in una civile abitazione, al cui interno venivano rinvenuti 43.600 artifizi pirotecnici, per un peso complessivo di 463 kg, detenuti in totale assenza di autorizzazioni e in violazione delle vigenti norme di prevenzione e sicurezza. Il responsabile è stato tratto in arresto e sarà giudicato per direttissima presso il tribunale di Napoli Nord.

Alcuni fuochi d’artificio sequestrati, confezionati in scatole già pronte per la minuta vendita, rientrano nella V categoria del T.U.L.P.S. e sono considerati tra i più pericolosi in circolazione.