marescaInfermiera aggredita al pronto soccorso dell’ospedale Maresca. Attimi di panico e di paura questo pomeriggio. L’operatrice è stata letteralmente tirata per i capelli e aggredita da un familiare di un paziente in pronto soccorso. La madre di una ragazza pretendeva che la figlia venisse immediatamente assistita, mentre l’operatrice stava prestando assistenza ad un altro paziente. La donna ha iniziato ad inveire e poi si è avvicinata con l’ovatta sporca di sangue minacciando l’operatrice di affrettarsi a prestare cure alla figlia. L’infermiera si è allontanata dal box ed è stata poi raggiunta dalla donna che da dietro l’ha afferrata per i capelli trascinandola fino alla porta della stanza. Prima è intervenuta la guardia giurata, poi gli operatori hanno allertato le forze dell’ordine e in ospedale sono intervenuti i carabinieri. L’infermiera è stata poi medicata dai sanitari, per lei 10 giorni di prognosi per le escoriazioni e le contusioni riportate. Non è il primo caso di aggressione a danno di medici ed infermieri del Maresca, costretti quotidianamente a dover far fronte a simili situazioni che mettono a rischio la loro incolumità.  Antonella Losapio