La guardia di finanza scopre una stamperia abusiva per la produzione di euro falsi nella provincia di Taranto gestita da tre campani.
Una villetta per le vacanze estive era stata adibita ad opificio attrezzato con macchine da stampa offset particolarmente sofisticate, provenienti dell’hinterland napoletano. I tre responsabili sono stati arrestati dopo essere stati sorpresi mentre erano intenti a stampare e confezionare banconote da 50 euro, pronte per essere illecitamente immesse sul mercato. Le riprese dall’alto effettuate con l’ausilio dei mezzi aerei del Gruppo Aeronavale della Guardia di Finanza hanno permesso di sorvegliare “a distanza” l’abitazione sin dalle prime fasi di allestimento della stamperia. Il tempestivo e fulmineo intervento dei militari ha impedito ai tre responsabili di darsi alla fuga, cogliendoli in flagranza di reato, mentre la produzione di banconote false era a pieno regime. Avevano infatti già realizzato un quantitativo di banconote contraffatte nell’ordine di circa 8 milioni di euro. Gli accertamenti effettuati sui soldi hanno permesso di constatarne la pregevole fattura, in grado di ingannare facilmente chiunque ne fosse venuto in possesso.
Si procede per i reati di associazione per delinquere e falsificazione di banconote euro.