Parco Nazionale del Vesuvio, altre dieci telecamere per la videosorveglianza

190
  • bcp
  • Lavela
  • Miramare
  • Faiella
  • tvcity promo
  • Santa Maria la bruna
  • serigraph
  • un click per il sarno

È partito il potenziamento dell’impianto di videosorveglianza nel Parco Nazionale del Vesuvio con ulteriori dieci punti di ripresa con tecnologia lettura targa. “Puntiamo a dotare il territorio del massimo livello di tecnologia in tema di sorveglianza e controllo attraverso una rete integrata di videocamere, droni e pattugliamento”, ha spiegato il presidente Casillo, “nel corso di quest’anno i Carabinieri Forestali che gestiscono il sistema hanno utilizzato moltissime volte le immagini del sistema di telecamera nel corso di indagini relative a reati ambientali commessi in area parco”. L’Ente Parco ha chiesto anche “la collaborazione della popolazione nel segnalare e denunciare ogni sospetta violazione alle forze dell’ordine. Stiamo facendo importanti passi avanti ma c’è bisogno che ognuno faccia la sua parte per rilanciare definitivamente il Parco Nazionale del Vesuvio”. Nel frattempo sta anche per partire la fase operativa dell’Asse 1 del Grande Progetto Vesuvio “Pianificazione di interventi forestali mirati alla bonifica ed al recupero delle aree percorse dal fuoco”
Alcuni giorni fa è arrivato dal Ministero dell’Ambiente il decreto di finanziamento per 500mila euro di uno dei due progetti di rinaturalizzazione delle aree protette che avevano subito danni in seguito agli incendi boschivi.