pronto-soccorsoStoria a lieto fine per Liliana, una donna rumena di 35 anni che domenica intorno alle 13 ha dato alla luce la sua ottava figlia, Gabriella Cristina, nel piazzale antistante il pronto soccorso, nell’auto di un passante che l’ha accompagnata in ospedale. Come riferito dalla mamma al personale del Maresca, la 35enne era venuta con la circumvesuviana a Torre del Greco a trovare un’amica. Uscita dal treno ha iniziato ad avvertire forti contrazioni, segno che era prossima al parto ed è stata accompagnata in ospedale. La donna è stata poi assistita dall’equipe medica ed infermieristica del Maresca e successivamente trasferita all’ospedale di Boscotrecase. Trasferimento reso necessario, dopo la chiusura nel 2010 del polo materno infantile al Torre del Greco. “Erano circa le 13 quando la guardia giurata è entrata in pronto soccorso informandoci che una donna stava partorendo in macchina -è il racconto delle infermiere in turno domenica – immediatamente ci siamo precipitate all’esterno per assisterla. La donna aveva già partorito, era stesa nell’auto e aveva la bimba accanto. Abbiamo provveduto a tagliarle il cordone ombelicale e trasportarla all’interno del pronto soccorso, dopo aver avvolto la neonata in un telo. L’abbiamo assistita nel miglior modo possibile, da quando i reparti sono stati chiusi, non abbiamo più a disposizione i kit necessari per le partorienti”. Poco prima delle 14 l’ambulanza con il rianimatore a bordo e il personale del Maresca è partita alla volta del presidio boschese dove mamma e figlia sono attualmente ricoverate in ottime condizioni di salute.