Anche il comune di Torre del Greco aderisce al progetto Ripam della Regione Campania nell’ambito del piano per il lavoro nelle pubbliche amministrazione di 10mila unità di personale.  

Ieri – infatti – la giunta Palomba ha dato l’ok all’adesione alla manifestazione d’interesse della Regione che prevede la sottoscrizione di un accordo che – tra l’altro – impegna il comune ad effettuare l’analisi del fabbisogno di personale per il triennio 2018-2020, con il supporto del sistema informativo messo a disposizione da Formez-Pa e ad individuare le unità di personale reclutabili a tempo indeterminato ed a tempo determinato, nel triennio 2018-2020, nei profili di interesse del progetto RIPAM Campania. L’adesione al progetto giunge dopo un’attenta interlocuzione tra l’amministrazione comunale, attraverso l’assessore con delega al personale, Monica Ascione, e Regione Campania.

“Con il progetto RIPAM immaginiamo una rimodulazione della macchina amministrativa attraverso la previsione di inserimento di unità operative efficienti e professionalmente competitive, che qualifichino i processi amministrativi della nostra città”, ha dichiarato il sindaco Giovanni Palomba.

Una decisione che è piaciuta anche a Liberi e Uguali che nei giorni scorsi aveva tenuto un incontro a Torre del Greco per informare cittadinanza, associazioni e sindacati sulle opportunità del progetto.

Viva soddisfazione è stata poi espressa dalla consigliera regionale Loredana Raia: “Ricambio professionale e generazionale nelle Pubbliche Amministrazioni vuol dire riuscire a dare risposte adeguate ai bisogni dei cittadini”. “L’accordo sarà sottoscritto in tempi congrui dall’amministrazione corallina con Pasquale Granata, consulente regionale per la Riforma Ripam, con il quale abbiamo lavorato nella fase istruttoria – ha spiegato la consigliera regionale – in questo modo il Comune di Torre del Greco  parteciperà alla realizzazione del corso-concorso per la selezione, formazione e l’assunzione di nuovo personale ” ha concluso l’esponente Pd.