Piantagione di canapa indiana individuata dalla Polizia di Stato sul monte Coppola – VIDEO

38

Continuano i controlli delle forze dell’ordine contro il fenomeno delle coltivazioni illecite nell’area dei Monti Lattari, da tempo soprannominata come la Giamaica del napoletano. Un business florido che coinvolge la criminalità organizzata pronta da sempre a sfruttare le caratteristiche del territorio per realizzare le piantagioni con cui alimentare il proprio giro di affari – in valloni, terreni e campi spesso difficili da individuare poiché nascosti tra la vegetazione dei Lattari.

Ieri mattina l’ennesimo blitz messo a segno dalla Polizia di Stato del commissariato di Castellammare.

I poliziotti hanno estirpato e sequestrato oltre 300 piante di canapa indiana sulle pendici del Monte Coppola, nella catena dei monti Lattari.

Gli agenti hanno individuato, grazie all’ausilio di un elicottero del VI Reparto volo, due distinte aree di coltivazione collocate tra colture di vigneti ed uliveti.

Gli agenti hanno sequestrato oltre 300 piante di canapa indiana a fusto lungo, dell’altezza di 1,80 metri e del peso complessivo di circa 2 quintali.

Ancora in corso le indagini della Polizia per risalire ai proprietari ed agli utilizzatori dei fondi agrari interessati dalla coltivazione.