Si terrà il prossimo 9 maggio alle ore 10, presso i locali del Circolo della Legalità, la cerimonia di consegna dei riconoscimenti del premio dedicato alla memoria di Michele Cavaliere. Sarà consegnato il prestigioso riconoscimento ad importanti personalità che si sono particolarmente contraddistinte negli ultimi anni nella lotta alla camorra ed, in particolar modo, alla prevenzione e al contrasto del racket, dell’usura e della corruzione. Una sezione speciale del premio è stata dedicata agli istituti scolastici del comprensorio stabiese che hanno partecipato alla selezione del premio.

La giuria ha deciso di assegnare i riconoscimenti di questa prima edizione del premio a:

  • Marialuisa Iavarone, mamma di Arturo, il giovane napoletano aggredito da una baby gang, che ha rischiato di morire per le coltellate ricevute;
  • don Ciro Cozzolino, parroco di Torre Annunziata in prima linea contro il racket;
  • Antonello Ardituro, magistrato della DDA di Napoli già componente del Consiglio Superiore della magistratura;
  • Nello Trocchia, giornalista e scrittore, autore del libro “Casamonica viaggio nel mondo parallelo del clan che ha conquistato Roma”;
  • Peppe Antoci, ex presidente del parco dei Nebrodi che ha denunciato la mafia dei pascoli ed è stato vittima di un grave attentato da parte della mafia.

Un premio speciale alla carriera sarà consegnato al Prefetto Franco Malvano, attuale commissario regionale antiracket e antiusura.

Per la categoria scuole la giuria ha assegnato il premio ex equo a due istituti scolastici di Gragnano: la Scuola Media Statale Fucini-Roncalli e la Scuola Media Statale Giancarlo Siani IC Gragnano3. Entrambi riceveranno un buono libro dal valore di 250,00 euro. Le altre scuole a cui sarà assegnato un riconoscimento per la partecipazione al premio sono IC 2 Pansini di Castellammare di Stabia, Scuola media Bonito Cosenza e l’Istituto geometri e professionale Vitruvio. Concluderà la giornata il Prefetto Mariapaola Porzio, Commissario Straordinario di Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura.

La prima edizione del premio Michele Cavaliere, che si avvale del patrocinio morale del Comune di Castellammare di Stabia, è stata promossa dall’associazione antiracket e antiusura SOS IMPRESA RETE PER LA LEGALITA’ nell’ambito del progetto di adozione sociale finanziato dalla Regione Campania e organizzato dal Circolo della Legalità di Castellammare di Stabia.