Nella giornata di ieri, gli agenti della sezione “Volanti” del commissariato di P.S. “Torre Annunziata” sono intervenuti in via Provinciale Schiti, presso un cantiere edile, dove sono in atto dei lavori per la realizzazione di una vasca di recupero di acque piovane, dove un uomo minacciava di lasciarsi cadere dentro. Sul posto gli agenti hanno accertato che, effettivamente, un uomo si era introdotto nel cantiere e si era seduto, a ridosso della vasca di drenaggio, minacciando di lanciarsi nella stessa. I poliziotti, resisi conto della gravità della situazione, hanno rassicurato l’uomo, iniziando così opera di persuasione al fine di dissuaderlo nel compiere l’insano gesto. L’uomo, alle parole dei poliziotti, ha trovato la forza di sfogarsi in un pianto liberatorio, raccontando loro che era un ex operaio del Consorzio per la Bonifica del Fiume Sarno, ed era rimasto senza lavoro. Dopo un lungo dialogo, durato circa mezz’ora, gli agenti sono riusciti a convincere l’uomo ed a farlo ragionare e, con non poche difficoltà, protendendosi sull’orlo scivolosissimo della vasca, lo hanno aiutato a discendere dal cavo di ancoraggio, portandolo così in salvo.