Al rifiuto di consegnare 300 euro, un incensurato del luogo ha aggredito la madre e la sorella con cui vive. Non era la prima volta che avanzava richieste di soldi del genere e le donne erano stanche.

Per questo hanno chiamato il 112 nella speranza di arginare i soprusi che subivano da mesi. In casa sono intervenuti, infatti, i carabinieri della stazione di San Vitaliano che hanno tratto in arresto il 40enne. L’uomo dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione e, terminate le formalità, è stato tradotto in carcere.