formazione progettare glocal 2 formazione progettare glocalSi è tenuto lunedì 16 novembre il primo appuntamento di “Progettare Glocal” presso l’Istituto “F. Degni” di Torre del Greco.  Alla presenza di consiglieri comunali, associazioni, imprenditori e cittadini, la prima giornata è stata dedicata all’ identificazione dei bisogni e delle potenzialità del territorio. Attraverso la metodologia del world cafè, si è avviato un confronto acceso e costruttivo.

Il World cafè è una metodologia che si ispira ai vecchi caffè creando un ambiente di lavoro che invita i partecipanti ad una discussione libera ed appassionata. La sua particolarità è quella di stimolare discussioni autogestite dai partecipanti all’interno di un quadro comune e sotto la guida di alcune domande di riferimento. L’idea alla base del World Cafè è tanto semplice quanto rivoluzionaria: lavorare per creare conversazioni importanti, ideando in modo creativo e non convenzionale, ragionando insieme su progetti complessi, ma in modo concreto, divertente e produttivo. Le persone, sedute attorno ai tavoli hanno discusso sulla base delle domande lanciate dalla cabina di regia dell’incontro e, come in un caffè, hanno scritto e disegnato sulla tovaglia (di carta) le loro idee ed emozioni.

Opinione condivisa dai vari gruppi è la necessita di creare le condizioni di benessere e qualità della vita, cercare di individuare e mappare i punti di interesse turistico e delle specificità del territorio da valorizzare, che prodotti culturali all’enogastronomia. Le discussioni sono state animate dallo spirito condiviso di superare l’individualismo e promuovere e sostenere le reti sul territorio per valorizzare le eccellenze. Con l’aiuto del consulente, Luigi Incatasciato, esperto in euro progettazione, per ciascuna delle idee progettuali sono state individuate dei programmi europei che potrebbero sostenerle. Programmi diretti e fondi strutturali,  ma anche partenariati pubblico-privati, opportunamente istituzionalizzati e regolamentati, e reti tra imprese e associazioni potrebbero essere strumenti per poter concretizzare le ipotesi progettuali discusse. Durante la sessione formativa è stata ribadita l’importanza di costruire partenariati strutturati e strategici e la necessità di collegare singoli iniziative a programmi di sviluppo locale che ne garantiscano la sostenibilità nel tempo, requisito essenziale per poter accedere ai finanziamenti europei. Alcuni esempi, costruire una fiera diffusa per offrire un’offerta turistica legata alla tradizione artigianale locale.  Grazie al gentile supporto dell’istituto Degni, nella persona del suo dirigente scolastico Rossella Di Matteo, è stata data la possibilità ai partecipanti di visitare il Museo del Corallo, uno dei più antichi di Italia, collocato all’interno dell’istituto stesso.

Secondo appuntamento, martedì 17 Novembre 2015 – ore 15.00 presso la sede dell’ Ascom, in via  Cappuccini 64, Torre del Greco, con un seminario di Introduzione alla filosofia di Europa 2020 e approfondimenti sui Fondi Strutturali previsti dal nuovo ciclo di programmazione 2014 – 2020.