Rifiuti a Torre del Greco. Continua la raccolta ma restano le criticità

278

Rifiuti a Torre del Greco. Continua la raccolta ma restano le criticità

Nella notte tra mercoledì e giovedì ha preso servizio la nuova ditta per la raccolta rifiuti. Mezzi aggiuntivi e doppi turni per superare l’emergenza Nu che da mesi ha messo in ginocchio Torre del Greco. Mille tonnellate di spazzatura da “cancellare” la stima della Buttol che ha avviato le operazioni anche con bobcat. “Dopo i week end i risultati saranno ben visibili”, l’annuncio della ditta subentrata al Consorzio Gema. 

Tuttavia questa mattina permangono le criticità in molti punti della città del corallo e i risultati non appaiono quindi quelli sperati.

Non da ultimo nell’ecopunto dei Molini Marzoli, a ridosso degli uffici comunali, attualmente saturo e maleodorante.

La Buttol resta infatti “in attesa di indicazioni sugli impianti a cui inviare i cassoni insistenti negli ecopunti” e in questo senso è l’amministrazione che deve accelerare per evitare che l’impasse si prolunghi oltre.

Ieri l’ecopunto di via Litoranea si presentava come un enorme distesa di rifiuti. Stesso discorso per viale Sardegna. E anche isole ecologiche “azzerate” nella giornata di sabato, come quella di via Tironi, questa mattina si presentavano di nuovo in sofferenza. Anche se – come stabilito dall’ordinanza del sindaco Palomba entrata in vigore lo scorso mese di novembre – la domenica è fatto divieto assoluto di conferimento di ogni tipo di rifiuto. Appare evidente ormai che dopo i lunghi mesi di emergenza solo una fetta della popolazione ha cercato di continuare a rispettare le disposizioni per il conferimento della spazzatura.

Per il ritorno alla normalità sarà opportuno affiancare alle attività di raccolta e spazzamento, anche una serie di controlli e una nuova campagna sulla raccolta differenziata.