“Sul tema dei rifiuti, la città non è mai stata abbandonata a se stessa“.

Inizia così, la riflessione del sindaco di Torre del Greco, Giovanni Palomba, poche ore dopo l’ordinanza a sua diretta firma con la quale – il primo cittadino, lo scorso lunedì – ha messo definitivamente il punto ad una spinosa ed annosa questione, più volte denunciata ed in più sedi, tale da mantenere letteralmente in scacco, negli ultimi mesi soprattutto, la quarta città della Campania.

“Sono sceso in campo, sulla questione N.U. sin dalle prime ore del mio insediamento nel Palazzo di Città – prosegue Giovanni Palomba – rilevando, sin da subito, tutte le criticità connesse al sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti nella nostra città – dettate in gran parte – dalla particolare ed anomala natura dell’ancora vigente capitolato, ma al contempo, avendo anche chiara la tangibile percezione delle difficoltà, accresciute dalle diverse inadempienze da parte della precedente ditta aggiudicatrice dell’appalto.
Con l’ordinanza che ho firmato qualche giorno fa, questa amministrazione ha voluto dare ai cittadini contezza e dimostrazione che le cose stanno, davvero, cambiando; e d’altronde, lo avevamo già dimostrato, qualche mese fa, con l’approvazione in giunta ed in consiglio comunale di un nuovo piano di raccolta dei rifiuti, fondato sul “porta a porta”.
Mi rivolgo, pertanto, a tutti i miei cittadini ai quali chiedo, ancora una volta, la collaborazione e la disponibilità alla tolleranza, per eventuali difficoltà di raccolta dei rifiuti che si potranno registrare, in queste ore e per qualche giorno sul territorio, fino a che non sia del tutto espletato il passaggio di cantiere da parte della nuova ditta.
Abbiamo scelto la società Buttol s.r.l. – impresa che gestisce comuni importanti, come Ercolano, alla quale viene affidato l’espletamento del servizio di igiene urbana, in via temporanea, per i prossimi sei mesi.
Nel frattempo, mi premuro di rassicurare i Torresi che i nostri uffici comunali stanno lavorando quotidianamente ed alacremente per la pubblicazione del nuovo capitolato speciale d’appalto, al fine di istituire una gara quinquennale che ristabilizzi la gestione della N.U. a Torre del Greco, e, soprattutto riabiliti la dignità di questa città, troppe volte mortificata sull’argomento, anche dalle cronache nazionali.
Una novità importante – la chiosa del sindaco – abbiamo, inoltre, voluto introdurre nel nuovo affidamento temporaneo alla Buttol, ovvero, sarà l’Ente e non più l’azienda a corrispondere, direttamente, alle piattaforme per lo smaltimento di ingombranti e multimateriali, in modo da avere maggiore controllo e contezza delle attività.
Ringrazio, i consiglieri, i tecnici e quanti hanno lavorato – in questi mesi insieme a me – agendo solo e soltanto nella legalità degli atti, nella trasparenza delle procedure e nell’interesse unico della collettività amministrata, alla quale va la mia solidarietà e le mie scuse per i disagi e le mortificazioni subite”.