La giunta Palomba ha approvato il piano economico-finanziario 2019 relativo ai costi di previsione per la gestione del servizio del ciclo dei rifiuti solidi urbani. Insomma, assessori e sindaco hanno quantificato la tassa sui rifiuti e proceduto alla determinazione della tariffe per la Tari per l’anno in corso.  

Una brutta sorpresa per i cittadini torresi che da oltre un anno si trovano a fare i conti con una crisi rifiuti che non accenna a rientrare.

Il prospetto approvato dall’esecutivo cittadino, infatti, prevede un aumento delle tariffe e dovrà ora passare al vaglio del consiglio comunale. La tari potrà essere pagata o in unica soluzione o in quattro rate. La prima rata ha scadenza 1 luglio, la seconda il 10 settembre, la terza il 31 ottobre e la quarta il 31 dicembre.

Il piano economico-finanziario prevede un costo complessivo del servizio 13 milioni e mezzo di euro da coprire con il gettito della Tari, quindi con la tassa pagata dai cittadini torresi. Per l’anno 2019 la quantità di rifiuti stimati è di oltre 40mila tonnellate.

Così – relativamente alla quota fissa – se un nucleo familiare composto da due persone nel 2018 pagava una tariffa di 0,762 centesimi al metro quadro, nel 2019 il costo a metro quadro previsto è di 1,011 euro. Per una famiglia di 5 persone si passa dallo 0,892 del 2018 all’1,183 del 2019. Mentre per la parte variabile si prevede una riduzione (vedi tabella).

L’allegato al piano economico-finanziario 2019 relativo ai costi di previsione per la gestione del servizio del ciclo dei rifiuti solidi urbani

Un aumento che arriva proprio nel bel mezzo della crisi rifiuti con ecopunti sempre in sofferenza e strade sporche e una percentuale di raccolta differenziata ai minimi storici. E mentre la città attende la rivoluzione legata al nuovo piano industriale per il porta a porta. Si lavora intanto alla redazione del bando che dovrà poi portare all’individuazione della nuova ditta cui affidare il servizio Nu, traghettando una volta per tutte Torre del Greco verso la normalità sul fronte spazzatura.