Rifiuti a Torre del Greco, ok della giunta al regolamento per gli “ispettori ambientali”. Faranno anche sanzioni

1154

Come annunciato dall’assessore ai rifiuti del comune di Torre del Greco ai nostri microfoni nei giorni scorsi, la giunta ha approvato il regolamento per l’istituzione della figura di ispettore ambientale comunale e volontario.

Una figura che affiancherà – senza sostituirle – le altre figure già esistenti e operanti nel settore ambiente.

Tra gli obiettivi della nuova figura quello di mettere in campo azioni concrete “volte a limitare le forme di inquinamento e l’abbandono improprio di rifiuti sul territorio o il conferimento in violazione alle norme contenute nel regolamento comunale”.

Con l’entrata in vigore delle nuove regole lo scorso 15 maggio -subito dopo il superamento della fase emergenziale che per mesi ha messo ko la città di Torre del Greco – il fenomeno dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti non è diminuito.

Negli ecopunti stop al deposito di mattina. I rifiuti andranno conferiti dalle ore 17 alle ore 23. Non muta l’orario per i siti di  prossimità, dove sarà possibile gettare l’immondizia dalle 19 alle 23.

La nuova ordinanza dispone inoltre il divieto assoluto di conferimento su tutto il territorio comunale nel giorno del sabato. Il martedì, il giovedì e la domenica si getterà  l’umido. Il giovedì carta e cartone. Il mercoledì plastica, alluminio, banda stagnata e metalli. Il lunedì e il venerdì la frazione secca indifferenziata. L’ordinanza prevede inoltre il divieto assoluto di utilizzo di sacchi neri. In merito agli ingombranti vanno depositati all’esterno del proprio civico nei giorni e negli orari concordati telefonicamente con il gestore.

Ma in molte zone continuano gli sversamenti fuori dalle regole. L’amministrazione ha avviato il presidio degli ecopunti con la collaborazione di alcune associazioni di volontariato del territorio che stanno fornendo informazioni alla cittadinanza sulle nuove regole.

Ora lo step ulteriore per istituire e regolamentare la figura di “ispettore ambientale per la prevenzione, la vigilanza e il controllo del corretto conferimento, gestione, raccolta e smaltimento dei rifiuti nonché al rispetto delle disposizioni in tema di igiene e decoro urbano”.  Una volta nominati, gli ispettori ambientali – identificati con appositi tesserini – saranno anche abilitati “all’accertamento delle violazioni amministrative in materia di igiene e decoro ambientale” svolgendo le funzioni di “incaricato di pubblico servizio”. 

Gli incarichi verranno conferiti con decreto del sindaco, non saranno retribuiti – fermo restando eventuali rimborsi delle spese sostenute per almeno 20 ore di servizio mensili.

Scarica il regolamento approvato dalla giunta:

regolamento