Rifiuti: rallentamenti allo stir, iniziano i disagi anche a Torre del Greco

207
  • Lavela
  • tvcity promo
  • Faiella
  • serigraph
  • Miramare
  • un click per il sarno
  • Santa Maria la bruna

Cominciano a diventare visibili sul territorio gli effetti dei rallentamenti allo stir di Tufino con i camion che non riescono a scaricare e di conseguenza non riescono a prelevare i rifiuti.
Questa la situazione di stamattina a Torre del Greco ma i disagi stanno coinvolgendo molti comuni della provincia napoletana. In molti punti i sacchetti non sono stati raccolti per i problemi già annunciati – tra l’altro – pochi giorni fa dal sindaco Palomba e dall’assessore Marino: “Il guasto registrato al nastro della stabilimento di Tufino sta generando notevoli ritardi nel conferimento dei rifiuti indifferenziati”. “Facciamo appello alla massima collaborazione dei torresi”, avevano detto sindaco e assessore paventando i possibili disagi che puntualmente si stanno verificando in queste ore.

Un nuovo periodo “no” dopo la fase di emergenza durata mesi nella città del corallo.

Ieri dalla Regione Campania è partito un invito rivolto a tutti i comuni – a partire dal capoluogo partenopeo – affinché “predispongano soluzioni di emergenza” anche per far fronte allo stop di circa un mese del termovalorizzatore di Acerra previsto a settembre. E’ stato proprio il presidente della giunta regionale Vincenzo De Luca a richiamare l’attenzione sull’emergenza rifiuti. La situazione quindi potrebbe peggiorare. De Luca ha spiegato che ogni Comune deve attivarsi per “trovare un sito nel quale stoccare provvisoriamente i rifiuti”. “Prepariamoci per tempo – ha concluso De Luca – non è un grande problema trovare un sito dove stoccare i rifiuti per due mesi per poi rimuoverli quando torna a funzionare l’impianto di Acerra”.