MINICHINI FRANCESCO MINICHINI MAURIZIOI Carabinieri della locale stazione insieme ai colleghi del Nucleo Operativo della Compagnia Bagnoli, del Nucleo Cinofili di Sarno e della Compagnia d’Intervento Operativo del Battaglione “Puglia” hanno svolto uno specifico servizio di controllo sul territorio, perquisendo abitazioni di noti pregiudicati della zona, veicoli e pertinenze degli edifici popolari, arrestando per detenzione illegale di armi e munizioni Maurizio Minichini 40enne ed il fratello Francesco 45enne, residenti in via Catone già noti alle forze dell’ordine, ritenuti elementi di spicco del parzialmente disarticolato gruppo criminale capeggiato da Carlo Tommaselli, detto “Carluccello”, attualmente detenuto.
Durante i controlli i predetti sono stati trovati in possesso, rispettivamente, di una pistola calibro 22 con matricola abrasa e caricatore inserito con 14 cartucce occultata dentro la cassettiera della camera da letto, 50 proiettili calibro 22 nascosti in un vaso in cucina compatibili con la pistola.
Proseguendo i controlli, inoltre, sono stati rinvenuti 57 grammi di marijuana divisa in 45 confezioni, 71 grammi di hashish diviso in 43 stecchette, 12 grammi di cocaina divisa in 26 dosi, 4 bilancini di precisione e vario materiale per il confezionamento degli stupefacenti nelle adiacenze e pertinenze dei complessi di edilizia popolare compresi tra via Tertulliano, via Catone e viale Marco Aurelio.
A casa di un pregiudicato 33enne del luogo, i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato 25.000€ in banconote di vario taglio custoditi in una cassaforte nascosta dietro una falsa presa di corrente ritenuti provento di illecita attività. Il 33enne è stato denunciato per possesso ingiustificato di valori. Gli arrestati sono stati tradotti nel carcere di Poggioreale.