torre annunziata
  • Miramare
  • un click per il sarno
  • bcp
  • Santa Maria la bruna
  • Lavela
  • serigraph
  • Faiella
  • tvcity promo

carabinieriPer sfuggire all’arresto, si è barricato in casa, minacciando di far male a chiunque con una siringa sporca di sangue e costringendo i carabinieri a disporre una cornice di sicurezza attorno all’abitazione dove si nascondeva. Si tratta di V.T., 50enne, stabiese di origine, già noto alle forze dell’ordine.
Il 50enne, detenuto in una casa lavoro abbruzzese, dopo aver ottenuto un permesso per un paio di giorni non aveva fatto ritorno presso l’istituto di pena. Un parente, probabilmente complice, ne aveva denunciato l’allontanamento arbitrario in terra abbruzzese durante il tragitto di rientro.
La presunta reale intenzione invece pare fosse quella di allungare la vacanza, perchè i militari la notte scorsa lo hanno rintracciato proprio presso l’abitazione del parente che ne aveva denunciato l’evasione.
Appena i militari hanno bussato alla porta, V.T. si è barricato in camera minacciando di far male a chiunque si fosse avvicinato con una siringa sporca di sangue.
I militari hanno fatto allontanare parenti e messo in sicurezza la zona e chiamato il personale del 118 prima di avvicinarsi e bloccare il detenuto evaso.
Senza incidenti o ferimenti i carabinieri sono riusciti ad avvicinare e ammanettare il 50enne, al quale i militari hanno notificato l’aggravamento della misura e il ritorno in carcere disposto nel frattempo dall’autorità giudiziaria abbruzzese.
Dopo le formalità di rito V.T. è stato accompagnato presso il carcere di Poggioreale.