Curva-AAlunni delle elementari allo stadio San Paolo per tifare il Napoli grazie a un accordo tra il Comune e la Città metropolitana. A stringere l’intesa sono state le amministrazioni di Torre del Greco, guidata dal sindaco Ciro Borriello, e quella di palazzo Matteotti, alla cui guida c’è il sindaco Luigi de Magistriis.

A seguire l’intera iniziativa sono stati in particolare l’assessore alla Pubblica istruzione, Romina Stilo, e il consigliere della Città metropolitana con delega allo Sport, il torrese Alfonso Ascione. Tutto rientra nell’ambito di un programma più ampio portato avanti dall’ente di piazza Matteotti, che coinvolge le scuole dell’intera provincia. Proprio in questo ambito l’assessore Stilo, su indicazione del consigliere Ascione, si è recata più volte nella sede della Città Metropolitana.

“Abbiamo inteso abbinare questa iniziativa – spiega l’assessore alla Pubblica istruzione – a quella del consiglio comunale dei bambini, che tanto successo ha riscosso tra gli istituti comprensivi torresi. All’inizio la Città metropolitana voleva concederci un numero inferiore di tagliandi, come per gli altri centri coinvolti. Poi, dopo mie insistenze, il numero dei biglietti è stato adeguato alle esigenze di una città che conta quasi 88mila residenti”.

In particolare la Città metropolitana ha concesso 52 biglietti da distribuire ai ragazzi più sette tagliandi di ingresso per gli accompagnatori. Le scuole a cui assegnare i ticket sono stati sorteggiati nel corso dell’ultima seduta del consiglio comunale dei bambini: potranno recarsi allo stadio San Paolo per vedere una partita interna del Napoli le classi quinta B della scuola paritaria Sacro Cuore, quinta B del plesso Pineta del comprensivo Falcone-Scauda e la quinta A del plesso Cappuccini del comprensivo Giacomo Leopardi.

“I primi alunni – fa sapere il consigliere della Città metropolitana, Alfonso Ascione – saranno allo stadio San Paolo già sabato sera in occasione dell’anticipo Napoli-Chievo Verona. Ho ritenuto giusto, di concerto con l’assessore Stilo, che anche i bambini delle scuole della mia città potessero partecipare a questa iniziativa che tanto successo sta riscuotendo tra gli istituti di tutta la provincia di Napoli”.