“Esprimo la mia più viva soddisfazione per gli elaborati di tutti i ragazzi partecipanti alll’iniziativa, che ha visto protagonisti pure gli allievi dell’Istituto Comprensivo “Don Bosco F. D’Assisi” che quest’oggi ho avuto l’onore di premiare in consiglio regionale. I ragazzi si sono distinti per aver compreso appieno la pericolosità di un tema così delicato come il cyberbullismo”.
Queste le parole della consigliera regionale del partito democratico delegata alle pari opportunità Loredana Raia che questa mattina è intervenuta all’evento di premiazione nell’ambito della campagna di sensibilizzazione e di contrasto al fenomeno del Cyberbullismo, organizzato dalla Consulta Regionale per la condizione della donna”.
“Per debellare una pratica così odiosa come il bullismo in tutte le sue forme, comprese quelle a mezzo social, è fondamentale lavorare fin da subito con i bambini nelle scuole. Ed è per questo che come Regione siamo stati antesignani nel dotarci di uno strumento normativo sul tema, che prevede lo stanziamento di €200.000 per una serie di azioni di prevenzione e contrasto al fenomeno. In particolar modo il progetto, condotto magistralmente dalla consulta Femminile, dalla presidente Simona Ricciardelli e dalla responsabile Mirella Nardullo – ha continuato la consigliera -,  ha aiutato i nostri giovani nella corretta formazione della propria identità digitale, fornendo loro gli strumenti necessari affnché essi utilizzino i social, non solo come luogo di socializzazione tra pari, ma siano educati al valore della riservatezza e del rispetto degli altri. Ogni forma di comunicazione deve avvenire in piena sicurezza per evitare che accadano drammi seri, troppe volte irreparabili”, ha concluso l’esponente Pd.