17.05.2015 Controlli dei CC movida 2I carabinieri della compagnia Napoli centro insieme a colleghi del nucleo radiomobile di Napoli e della compagnia d’intervento operativo del reggimento Campania hanno effettuato servizi predisposti sulle zone di piazza Bellini, su via Toledo e nei quartieri spagnoli per contrastare fenomeni d’illegalità diffusa.
Nell’ambito del contrasto al fenomeno dei parcheggiatori abusivi nelle zone più frequentate della movida i militari hanno identificato e denunciato per tentata estorsione un parcheggiatore abusivo che aveva cercato di costringere una ragazza a pagare per il parcheggio su area pubblica del suo scooter e che al rifiuto della giovane l’aveva minacciata prospettandole la “sparizione” del motorino.
Oltre al denunciato i carabinieri hanno multato 18 soggetti sorpresi a esercitare abusivamente l’attività, sottoponendo a sequestro i proventi dell’attività svolta illecitamente, 75 euro.
Tra i quartieri spagnoli e Chiaia nonché su via Toledo i militari hanno perseguito 78 conducenti di ciclomotori e veicoli che circolavano senza copertura assicurativa, sottoponendo a sequestro amministrativo i loro mezzi.
Sono state complessivamente contestate 224 violazioni al codice della strada per un ammontare di circa 165.000 euro e denunciate 18 persone sorprese alla guida di scooter o autovetture senza aver mai conseguito la patente.
Denuncia anche per un 64enne di Scampia che continuava a circolare con la sua Fiat 600 sebbene il mezzo fosse stato sottoposto a sequestro e a lui affidato per l’esclusiva custodia in luogo chiuso.
Su strada sono stati scoperti e denunciati per ricettazione 4 cittadini trovati alla guida di 3 autovetture e di uno scooter con numero di telaio risultato contraffatto.
Sempre su strada, 4 giovani sono stati scoperti e segnalati al prefetto per la detenzione di modiche quantità di marijuana e cocaina per uso personale.
Nel contesto operativo i carabinieri della stazione Quartieri Spagnoli hanno tratto in arresto per furto aggravato Valentina Cascella, 27 anni, napoletana, sorpresa nel negozio su via Toledo “H&m” subito dopo aver rubato abbigliamento per 300 euro e cercato di portarlo all’esterno del negozio occultandolo in una borsa schermata con allumino per eludere i sistemi di allarme.
Il materiale è stato rinvenuto e restituito ai proprietari.
La donna è in attesa di rito direttissimo.