Foto capGli uomini della capitaneria di porto in collaborazione con la polizia municipale team specializzato dell’ARPA Campania ed insieme ai tecnici della Gori hanno sequestrato un insediamento produttivo destinato ad autolavaggio nella zona di Santa Maria la Bruna a Torre del Greco. I titolari sono stati denunciati per omesso trattamento depurativo dei reflui di natura industriale prodotti dal ciclo di lavorazione afferente le attività di autolavaggio che venivano recapitate direttamente in rete fognaria tal quale con gravi ripercussioni per le matrici ambientali. Nel corso dell’accertamento sono state impartite, alla luce delle nuove norme in materia di eco-reati, specifiche prescrizioni tecniche volte all’eliminazione dell’inquinamento in atto. L’operazione si inserisce all’interno di una più grande attività di monitoraggio avviata dalla guardia costiera sul territorio.

Le attività investigative effettuate fino ad ora tra i Comuni di Ercolano, Portici e Torre del Greco, hanno portato alla luce oltre 200 scarichi illeciti di natura civile ed industriale, al sequestro di otto insediamenti industriali e di vasta area di stoccaggio, depositi di rifiuti industriali per un totale di oltre 14.500 metri quadrati di suolo.