carab“Il tema della sicurezza dovrebbe essere l’assoluta priorità tanto del governo quanto delle amministrazioni dei territori falcidiati dall’emergenza criminalità. In un momento in cui è alto il rischio terrorismo e in una città come quella di Torre del Greco, dove appena due giorni fa una pattuglia dei vigili urbani è stata presa a sassate e bastonate, una notizia del genere pesa come un macigno. Il nostro territorio, la provincia di Napoli, ha bisogno di un fortino di legalità in più e non di un ennesimo intervento di razionalizzazione che grava direttamente sulla pelle dei cittadini. Renzi e Alfano annunciano di voler investire in sicurezza ed invece vanno a tagliare proprio sulla sicurezza nei territori, lì dove la criminalità non è stata affatto debellata”.

E’ quanto afferma il deputato del Movimento Cinque Stelle Luigi Gallo dopo le notizie apparse a mezzo stampa di un possibile accorpamento delle due caserme dei carabinieri, situate in via Circumvallazione ed in viale Campania.

“Se la notizia fosse verificata e qualora esistesse esclusivamente un problema di fitto passivo sul quale intervenire – dichiara il consigliere comunale M5S Ludovico D’Elia -, impegnerò le mie forze per convincere la maggioranza del Comune a ricercare una struttura alternativa tra tutti gli immobili che ha a propria disposizione. La scomparsa di un presidio di legalità come la caserma di via Circumvallazione, insieme alla mancata salvaguardia del Maresca e degli uffici del Giudice di Pace, sarebbe una perdita sproporzionata per una città che conta quasi 90mila abitanti. Un territorio del genere ha bisogno di un servizio di polizia di prossimità: la nostra città sta diventando un guscio vuoto che invece reclama protezione e sicurezza”.