Gli operai sono ancora a lavoro per disegnare la nuova geografia degli stalli per la sosta a Torre del Greco. Più strisce blu (le bianche saranno il 30% sul totale, mentre prima rappresentavano il 50%), possibilità di abbonamenti (105 euro mensili per una strada e 120 per tutto il territorio con posto non garantito) e pagamento anche nei giorni festivi in alcune aree (si paga 1 euro all’ora con tariffa minima a 30 centesimi). Sono alcune delle novità contenute nelle linee di indirizzo varate dal consiglio comunale due anni fa e che sono poi confluite nella procedura di gara conclusasi con l’affidamento della gestione del servizio di sosta alla ditta TMP lo scorso mese di gennaio.

Novità che in queste ore stanno facendo infuriare i cittadini che hanno chiesto spiegazioni al neo sindaco Giovanni Palomba. Il primo cittadino sulla questione è intervenuto con poche e chiare parole. “La gara delle strisce blu è ancora un regalo di chi ha amministrato precedentemente”, ha sottolineato Palomba, “mi scuso con i cittadini. Sto seguendo tutta la questione per eventuali modifiche”. In merito ai giorni e agli orari di funzionamento, il pagamento nella maggior parte delle strade sarà attivo dal lunedì al sabato – esclusi i festivi – dalle 8 alle 13 e dalle 15 alle 20 nel periodo dal 22 settembre al 20 maggio e dalle 8 alle 13 e dalle 16 alle 21 nel periodo dal 21 maggio al 21 settembre. Diversi gli orari per alcuni punti, nel parcheggio Martiri di Nassyria – ad esempio – si paga tutti i giorni fino alle 23. In Litoranea si paga tutti i giorni nei mesi estivi e solo il venerdì, il sabato e la domenica negli altri periodi dell’anno dalle 9 alle 24. A suscitare la rabbia degli automobilisti torresi è soprattutto la diminuzione delle strisce bianche per la sosta gratuita, una riduzione già visibile in alcuni quartieri come Leopardi e Sant’Antonio. Centinaia i commenti apparsi sui social. “La rivoluzione la fanno i cittadini, quindi tutti a piedi”, ha scritto qualcuno. E ancora sull’incremento delle strisce blu un utente ha ironizzato: “Le faranno anche sui balconi”.

E sono arrivati anche i commenti politici. Una provocazione dall’ex consigliere Domenico Maida di Cuore Torrese: “E’ come dice il nuovo sindaco. E’ un regalo della vecchia amministrazione. La preoccupazione nasce spontanea – quando leggo che è sua intenzione modificarla – per il fatto che la sua maggioranza è piena zeppa di quei consiglieri tutti ex borrelliani che quel tipo di provvedimento hanno avallato”.

Il link al servizio di ieri:

https://www.tvcity.it/sosta-a-torre-del-greco-arriva-la-nuova-ditta-strisce-blu-in-aumento/