Botta e risposta tra Maued Sport e Torrese.

Allo stadio Di Vittorio di Barra la squadra del presidente Simone Onofrio Magliacano ha chiuso in parità il match della 17° giornata del Girone B del Campionato Promozione.

Succede tutto nel primo quarto d’ora di gioco.

Su un terreno in pessime condizioni, Ciro Manzo sceglie di mandare in campo una squadra rinnovata nei nomi, e che ha pescato molto dalla finestra invernale di mercato.
Tra i pali della Torrese c’è Iannuzzi in attesa del ritorno di Sorriso. La colonna vertebrale dell’undici titolare si regge sull’esperienza di Benedetto Salvatore in difesa, Marco Pepe a centrocampo e Vincenzo La Pietra in attacco. Dal primo minuto in campo anche i nuovi di Bellofiore e Fontana a completare il gruppo titolare.
La Torrese è in partita fin dall’inizio, ma viene sorpresa al sesto minuto di gioco. E’ difatti il Maued Sport a passare in vantaggio, grazie alla rete del suo numero 11, Adriano Campese.
L’1-0 dura però solo pochi giri di lancette. La reazione ospite è superba e al dodicesimo è già ristabilità la parità. A gonfiare la rete di casa, difesa la portiere Saltalamacchia, è Marco Pepe, al suo primo gol in maglia Torrese.
Superato un quarto d’ora di gioco pirotecnico, le squadre iniziano a prendere le misure dei rispettivi avversari. La Torrese si rende più pericolosa nell’area del Maued, ma la palla sfiora la rete in più di una occasione.
Nella ripresa l’approccio alla gara non cambia da ambo le parti. Il Maued difende con i denti un punto prezioso in ottica salvezza, mentre la Torrese si rende protagonista di almeno cinque palle gol nitide, puntualmente sprecate nell’area avversaria.

Finisce così 1-1, con la divisione della posta in palio che non rispecchia quanto visto sul campo.

“Partita difficile – il commento di Nunzio Bellofiore – su un campo trappola e contro una squadra ostica che ha bisogno di punti per raggiungere quanto prima la salvezza. Abbiamo anche avuto un inizio ad handicap, con un gol subito che ci ha messo la partita tutta in salita.”

“E’ stata una gara combattuta – racconta Pasquale Fontana – ma l’abbiamo giocata bene. Non dimentichiamo che ci sono tanti nuovi elementi in squadra, e siamo ancora in fase di rodaggio. Per voglia e determinazione siamo stati sempre in partita. Ci è mancata un pò di fortuna su un campo ai limiti della praticabilità.”

“Peccato per la disattenzione dopo pochi minuti – le parole di Francesco Saggese – che ci è costata il gol, perché abbiamo giocato ad una porta per tutta la partita. Siamo una squadra con molti volti nuovi, assemblata da poco, e stiamo trovando il nostro assetto anche grazie a mister Ciro Manzo che ci sta insegnando molto.”