Di seguito un comunicato stampa a firma di Anita Sala, del movimento politico Articolo 1, in merito ai recenti fatti di cronaca accaduti nella stazione della Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano.
“Le stazioni della circumvesuviana di Napoli sono da anni in una situazione di degrado ed oggetto di vandalismo, alcune senza personale addetto alla biglietteria e quindi incustodite. Di sera per viaggiare sui treni le persone e specialmente donne e ragazze devono occupare il primo vagone vicino al personale viaggiante per avere un minimo di sicurezza.
Questa grave violenza sessuale di gruppo  sulla giovane donna avvenuta i giorni scorsi nell’ascensore della stazione di San Giorgio a Cremano e l’accoltellamento dei due ragazzi nella stazione isolata di Moreggine è la dimostrazione dell’insicurezza più volte denunciata dalla ex consigliera regionale Anita Sala.
Oltre al rispetto per le donne compagne di vita, in  qualità di responsabile regionale per le politiche femminili del movimento politico art.1  chiederò un incontro al presidente dell’ EAV, De Gregorio, affinché si ripristino misure di  sicurezza sulle linee e stazioni della circumvesuviana, luoghi purtroppo anche di violenza sulle donne e sui ragazzi”.