Tentano di rubare carburante da un motopeschereccio nel porto di Torre del Greco. Condannato ad 8 mesi di reclusione.

I fatti risalgono al 24 maggio 2016. Durante la notte il titolare del motopeschereccio Lady Anna Maria decideva di uscire in mare un po’ prima del suo solito orario.

Arrivato al porto, verso l’una, mentre si stava avvicinando alla banchina del porto, notava due soggetti a bordo della sua imbarcazione. I due malfattori, accortisi dell’arrivo dei l comandante, con mossa fulminea scendevano dal peschereccio e, andando verso di lui, di corsa si davano alla fuga a bordo di un’autovettura, lasciando a terra e sul peschereccio la pompa per il prelievo della nafta dal serbatoio e 9 taniche da 30 litri. Attimi di paura per il comandante del peschereccio che, pur trovandosi al cospetto dei due malfattori, manteneva il controllo e, in particolare, osservava attentamente i soggetti.

Denunciato l’accaduto ai Carabinieri della Stazione Capoluogo, questi, agli ordini del Comandante Vincenzo Amitrano e coordinati dal Capitano Emanuele Corda, Comandante della Compagnia, iniziavano minuziose e complesse indagini di Polizia Giudiziaria che portavano all’identificazione di uno solo dei due malfattori, F.P. di 40 anni di Torre del Greco (già noto alle FF.OO.) quale autore del reato di furto aggravato di gasolio. Il comandante del motopesca da tempo si era accorto di un notevole ammanco di gasolio e ingenuamente lo attribuiva ad un eccessivo consumo perché il motore era vecchio ma invece era il risultato della visita dei ladri che riceveva evidentemente periodicamente.