• Faiella
  • un click per il sarno
  • serigraph
  • tvcity promo
  • Miramare
  • Lavela
  • Santa Maria la bruna
  • bcp

Sos rifiuti,

ecopunti

già al collasso

Rallentamenti agli stir, a Torre del Greco gli ecopunti già sono in condizioni critiche. A via circumvallazione mercato vista monnezza

 

Vongole pescate

tra i veleni

del Sarno

Operazione della Capitaneria di Porto: “ Attentato alla salute pubblica”. Bloccati in cinque, pescavano le vongole in zone inquinate

 

Entra nel vivo

il Grande Progetto

Vesuvio

E’ partita la fase realizzativa del Grande Progetto Vesuvio. Cantiere su Strada Matrone e arrivano altri due milioni di euro

 

Crescono le criticità legate al rallentamento degli stir. A Torre del Greco torna la crisi con ecopunti colmi. Vediamo le immagini girate questa mattina

Aldilà dell’emergenza che sta crescendo in queste ore, in città ci sono delle zone perennemente interessate da disagi. Come l’area delle cento fontane. 

La politica cittadina. Maria Orlando passa al gruppo politico “Movimento Popolare Torrese”.

“La decisione, largamente condivisa dagli elettori che mi sostengono, di aderire a tale gruppo ribadisce la mia totale appartenenza a principi e valori delle mie attività sul territorio”, ha fatto sapere Orlando, “infatti, per anni ho condotto battaglie per il riconoscimento, spesso negato, dei diritti in favore delle persone e delle famiglie che vivono gravi disagi sociali”.

La cronaca ci porta tra Castellammare e Torre Annunziata dove la Capitaneria di Porto stanotte ha beccato cinque persone intente a pescare vongole in acque altamente inquinate

I carabinieri hanno invece sorpreso due persone che avevano nascosto oltre duemila dosi di droga dietro a un mattone. Vediamo le immagini dell’operazione

Il territorio. E’ entrato nella fase realizzativa il Grande Progetto Vesuvio. Al via il cantiere di Strada Matrone. Il presidente dell’Ente Parco ha fatto il punto degli interventi. 

Rischio Vesuvio, in Regione la sottoscrizione dei gemellaggi da attivare in caso di evacuazione. Anche il sindaco Palomba ha partecipato alla riunione a Palazzo Santa Lucia. “I torresi – ha spiegato il primo cittadino – in caso di eruzione del Vesuvio, saranno destinati per l’accoglienza nella Regione Lombardia. Sarà cura della nostra Amministrazione predisporre le procedure e le attività di informazione relative al Piano di evacuazione, in modo da preparare i nostri cittadini ad affrontare nel modo più opportuno le situazioni di emergenza”.