IMG_7037 IMG_7010500 studenti, 18 scuole della provincia di Napoli e 10 istituti alberghieri provenienti da tutta Italia. Sono questi i numeri del Premio Nettuno, che questa mattina ha tagliato ufficialmente il nastro di partenza della prima edizione. L’evento, patrocinato da Regione Campania e dai Comuni di Torre Annunziata, Torre del Greco, Ercolano, Boscoreale e Trecase, prende il via lunedì 9 maggio. Una kermesse che unisce teatro, scuole e gastronomia con un unico comune denominatore: il mare. “Obiettivo del premio è mettere in vetrina le bellezze di Torre Annunziata e del territorio vesuviano – dichiara Francesco Marulo, patron della kermesse – . Le istituzioni fanno la loro parte, garantendo servizi, vivibilità e rispetto delle regole. Gli operatori economici invece contribuiscono attraverso iniziative imprenditoriali e private che portino occupazione e sviluppo. Per fare ciò, è indispensabile unire le forze e fare sinergia, non a caso insieme agli altri stabilimenti balneari abbiamo dato vita ad un’associazione che adotti una linea unica nel dialogo con gli enti”. Gli eventi si svilupperanno per circa tre mesi, con la serata finale di gala prevista il 25 luglio. Primo appuntamento invece il prossimo 9 maggio a Vico Equense, presso l’istituto Alberghiero “De Gennaro”, partner del premio. “Nei locali della scuola, piccoli chef provenienti dagli istituti di Palermo, Avellino, Angri, Capri, Castellammare di Stabia, Torre Annunziata, Napoli e Ercolano, si esibiranno in uno show cooking con il formato di pasta creato per l’occasione, il tridente oplontino – afferma Francesco Sequino – presidente del Premio – . Dal 16 al 19 maggio invece spazio agli studenti più piccoli con i progetti “Scuolamare” e “Marinando a scuola”: circa 500 alunni, provenienti dalle classi quinte delle scuole primarie e dalle classi prime degli istituti secondari di primo grado, parteciperanno ad una lezione teorica e pratica sui segreti del mare, a bordo di una motonave. Spazio alla moda con le studentesse dell’istituto Galilei Marconi e, successivamente, a giugno e luglio, il palcoscenico del Nettuno si trasformerà in un teatro sotto le stelle. Sei spettacoli teatrali e una serata dedicata alla musica con una jam session. A completare la kermesse – conclude Sequino – la serata finale di lunedì 25 luglio”. Alla conferenza erano presenti i sindaci di Torre Annunziata, Giosuè Starita, di Boscoreale, Giuseppe Balzano, di Trecase, Raffaele De Luca. “Il premio Nettuno è la naturale dimostrazione che quando si ha a cuore l’interesse collettivo e la volontà di valorizzare e promuovere le bellezze locali oltre che le splendide realtà paesaggistiche dei nostri territori vengano fuori iniziative interessanti e baciate dal successo” ha detto il primo cittadino Giosuè Starita.

Durante la mattinata è stata annunciata anche la sesta edizione di Cortodino, il festival di cortometraggi dedicato alla memoria di Dino De Laurentiis. “Siamo felici di intraprendere per la sesta edizione questo nuovo percorso in chiave estiva – dichiara Filippo Germano dell’Associazione Esseoesse –  L’otto agosto proietteremo alcuni filmati in occasione del Dino De Laurentiis Day, iniziativa voluta dall’allora Governatore della California Arnold Schwarzenegger mentre, il 10 settembre terremo qui, in questo scenario la sesta edizione del Premio”. A concludere la presentazione il direttore artistico del Nettuno Achille De Luca che ha snocciolato tutti gli appuntamenti dell’estate oplontina. “Un cartellone variegato, non solo musicale, ma con una forte presenza di artisti del mondo dello spettacolo – dichiara De Luca – un mix di show e night club che rappresenta la naturale vocazione della location. Si parte il 4 giugno con Francesca Maresca per poi proseguire con Umberto Smaila, Nino Frassica, Tullio De Piscopo, Gino Rivieccio, Nick the Nightfly, e poi ancora Peppe Barra, Sal Da Vinci, Fabio Concato con l’orchestra di Beppe Vessicchio e, infine a settembre, Teo Teocoli”.