IMG-20160217-WA0005Cura e tutela dell’ambiente e in particolare del verde pubblico. È stato questo l’argomento affrontato nel corso della prima seduta – dopo quella di insediamento – del consiglio comunale dei bambini, istituito su iniziativa dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Borriello e composto dai rappresenti di tutte le scuole elementari di Torre del Greco.

Sotto la direzione del baby-sindaco, Elia Nittolo, coadiuvato dal primo cittadino Ciro Borriello; dall’assessore alla Pubblica istruzione e promotrice della mini assise, Romina Stilo: dal presidente del consiglio comunale facente funzioni, Annalaura Guarino; dal dirigente alla Pubblica istruzione, Luisa Sorrentino.

Stimolanti e costruttivi gli interventi dei diversi consiglieri comunali “in miniatura”, che hanno elencato i problemi della città in materia di ambiente, proponendo idee e possibili soluzioni. Una serie di proposte che hanno stimolato l’intervento conclusivo del sindaco: “Sono rimasto molto colpito – il commento di Ciro Borriello – dall’attenzione e dalle proposte di tutti voi. Mi rendo conto che su quest’argomento abbiamo fatto poco. Poco ma non nulla: inutile elencare i risultati ottenuti anche con la passata amministrazione, come l’inaugurazione della villa comunale Salvo d’Acquisto. Per l’immediato futuro, a brevissimo verrà aperta la passeggiata a mare in zona porto-Scala, che rappresenterà un grande polmone per la città e un parco per adulti e bambini, per me la cosa più bella che ho fatto da quando sono sindaco. Senza dimenticare che, entro il mese di marzo, contiamo, in sintonia con l’Asl, di riaprire il parco Loffredo di via Marconi. È poi alla studio un progetto per valorizzare un’area abbandonata in via Circumvallazione, a ridosso della chiesa della Santissima Annunziata: lì verrà, spero nell’arco di due anni, una zona a verde con annesso parcheggio”.

“Mi dispiace evidenziare – ha anche aggiunto il primo cittadino – che in molti interventi si è parlato della necessità di rafforzare la vigilanza, perché questo significa che ci rendiamo conto che c’è chi non è sensibile alla tutela del verde e in generale del bene comune. Sulle isole ecologiche, infine, mi sento di dire che per funzionalità ed economicità, questo sistema continua a farsi preferire a quello del cosiddetto porta a porta”.

Felice della partecipazione dei baby consiglieri anche l’assessore alla Pubblica istruzione: “È la testimonianza – ha detto – che dalle giovani generazioni possono arrivare suggerimenti utili all’amministrazione comunale. Anche per questo abbiamo deciso, di concerto con il baby sindaco Elia Nittolo, che la prossima seduta del consiglio comunale dei bambini riguarderà l’ospedale Maresca”.