20160210_121915L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Borriello chiama a raccolta imprenditori, associazioni e tutti coloro che sono interessati alla gestione del territorio. Tema di discussione il Puc, il piano urbanistico comunale. Su iniziativa dell’assessore ai Lavori pubblici, Luigi Mele, martedì 1 marzo alle ore 12, presso l’aula consiliare di palazzo Baronale, è stato infatti convocato un primo incontro per discutere, con tutte le categorie coinvolte, la stesura dell’importante strumento di natura urbanistica, indispensabile strumento di gestione del territorio, composto da elaborati cartografici e tecnici oltre che da normative (legate alla legislazione urbanistica) che regolano la gestione delle attività di trasformazione urbana e territoriale del Comune.

“Questo appuntamento – afferma il sindaco Borriello – rappresenta il naturale prosieguo di quanto ci siamo detti nel recente incontro che, come amministrazione, abbiamo avuto con il vicepresidente della giunta regionale, Fulvio Bonavitacola. In quella circostanza, come altri enti convocati, abbiamo avanzato le nostre proposte di emendamento alla legge regionale che regola i vincoli del piano territoriale paesistico”.

Le linee-guida del Puc sono state realizzate dall’amministrazione Borriello e approvate, con i poteri del consiglio comunale, dal commissario prefettizio Pasquale Manzo. “Il Puc – gli fa eco l’assessore Mele, che ha già individuato una serie di soggetti che verranno contattati dalla segreteria del primo cittadino – che è poi il vecchio piano regolatore, rappresenta un indispensabile strumento per programmare il rilancio del nostro tessuto economico-produttivo, per consentire alle imprese di poter adire finanziamenti utili a fare crescere le loro imprese. Anche per questo stiamo spingendo affinché a questi incontri siano rappresentante quante più categorie possibili”.

” Ogni cittadino o tecnico – conclude Mele – potrà presentare al protocollo una propria osservazione sulle norme del Puc, attraverso le quali è possibile effettuare specifiche richieste o chiedere modifiche su tale normativa per aspetti che ritiene possano ledere i propri diritti. Il Comune, motivandolo al consiglio comunale, può accettare le richieste o respingerle a seconda delle esigenze dell’intero territorio. Anche per questo chiediamo una partecipazione massiccia all’incontro di martedì, in quanto tali osservazioni possono essere inoltrare – nello specifico all’ufficio Urbanistica del Comune – prima della sua approvazione”.