Torre del Greco si prepara alla festività dell’Immacolata e l’amministrazione è all’opera per organizzare le misure di sicurezza.

Nel corso dell’ultima riunione, la giunta targata Palomba ha approvato il piano operativo per la processione dell’Immacolata inserito nel più ampio piano di protezione civile comunale.

Già avviata la procedura per l’affidamento del servizio di noleggio di transenne anti-panico e di barriere new jersey in cemento da installare per garantire la sicurezza dei fedeli che parteciperanno alla processione dell’8 dicembre. Misure che lo scorso anno si rivelarono provvidenziali.

Disposte anche misure per la vigilia dell’Immacolata.

Oggi, infatti, il sindaco Giovanni Palomba ha firmato un’apposita ordinanza sindacale per vietare la detenzione, il trasporto e l’accumulo di materiale legnoso e infiammabile in luogo pubblico per le giornate del 6 e del 7 dicembre. Una decisione legata all’usanza, in alcuni rioni della città, di accendere fuochi la vigilia dell’Immacolata.

Stop invece alla vendita e alla somministrazione anche per asporto di qualsiasi bevanda in contenitori di vetro per l’intera giornata dell’8 dicembre lungo tutto il percorso della processione.

Sempre nel giorno della processione vietata, anche sulle aree pubbliche, la vendita di palloncini e merci similari (o negli altri giorni in cui si svolgerà la processione in caso di rinvio per avverse condizioni meteo).

Questo perché “la partecipazione di diverse migliaia di fedeli alla processione potrebbe comportare l’abbandono di ingenti quantità di contenitori di bevande in vetro intrinsecamente pericolosi e, d’altra parte, la vendita di palloncini potrebbe rivelarsi in caso di scoppio quale fonte di panico e conseguente situazione di pericolo”. Analoghe disposizioni furono adottate anche lo scorso anno.

Infine, il sindaco impone a coloro che hanno disponibilità di abitazioni “ubicate lungo le strade ove ha luogo la processione di limitare il numero di persone sui balconi e sulle terrazze il cui sovraffollamento potrebbe causare crolli”.