circum

Due giovani di origine rom hanno aggredito una coppia di turisti cinesi per rapinargli il cellulare

 

Momenti  di terrore a bordo di un treno della Circumvesuviana diretto da Napoli a Sorrento ieri sera intorno alle 22: due giovani di origine rom hanno aggredito una coppia di turisti cinesi per rapinargli il cellulare.

Uno dei due rapinatori è riuscito a strappare il telefono cellulare dalle mani della donna procurandole delle lesioni.

Alla violenza ha assistito un giovane immigrato originario del Gambia che non ha esitato a intervenire bloccando i ladri: ne è nata una colluttazione.

Anche un altro passeggero si è lanciato nella mischia aiutando il ragazzo di colore e cercando di bloccare i due rom.
Nel frattempo si sono aperte le porte del treno alla stazione Sant’Antonio ed uno dei ladri è scappato col telefono rubato.

Alla fermata successiva, quella di via del Monte, i Carabinieri della Stazione Capoluogo agli ordini del Comandante Vincenzo Amitrano  e del Capitano Emanuele Corda, Comandante della Compagnia Corallina,  hanno fatto irruzione a bordo del treno e messo fine al terrore arrestando il rom.

Si tratta di Sari Ionut, un 20enne rumeno domiciliato in un campo rom della zona orientale di Napoli resosi responsabile di rapina ai danni di una turista cinese 25enne e di lesioni personali.


Il malfattore è stato bloccato subito dopo dai militari intervenuti d’urgenza dopo segnalazione al 112 di un cittadino che aveva assistito al fatto.


Sia la donna che il marito hanno riportato lievi lesioni medicate da personale del 118, rispettivamente alla mano sinistra e allo zigomo destro.
L’arrestato è stato tradotto a Poggioreale.

Pochi minuti dopo i carabinieri hanno anche ritrovato il cellulare.

Il ragazzo di colore e la vittima del furto hanno riportato lesioni guaribili in pochi giorni.

In questi giorni i carabinieri del Comando Stazione capoluogo hanno predisposto servizi mirati di vigilanza alle fermate della Circumvesuviana e sui treni, un dispositivo che già da tempo sta dando risultati positivi.
I Carabinieri della Stazione Capoluogo, al fine di rendere meno sgradevole il soggiorno degli stranieri in Italia, hanno provveduto a trovare una sistemazione ai due turisti cinesi che hanno soggiornato presso l’albergo Casa Rossa di Torre del Greco, per poi riprendere il viaggio per Sorrento.