Nella domenica del Corpus Domini iniziano, nella Basilica Pontificia di Santa Croce a Torre del Greco, le celebrazioni per ricordare il percorso terreno e l’azione pastorale del parroco santo, Vincenzo Romano, di cui il 3 giugno ricorre il compleanno. Gli eventi precedono la cerimonia della Canonizzazione fissata per il prossimo 14 ottobre in piazza San Pietro a Roma. Dopo la celebrazione eucaristica officiata dal Presbiterio di Torre del Greco, è seguito un momento di preghiera con le comunità parrocchiali e le associazioni di volontariato cittadine. E alle 20 la processione eucaristica nel centro storico. Il corteo ha attraversato via Salvator Noto, via Roma e via Diego Colamarino. la processione si è conclusa con la benedizione sul sagrato della basilica di Santa Croce. Per il nostro Santo – spiega don Giosuè Lombardo, parroco della Basilica di Santa Croce – giugno è stato un mese molto significativo”.

Domenico Vincenzo Michele Romano, infatti, nasce il 3 giugno del 1751 in una famiglia umile e molto cattolica. Il 4 viene battezzato. Il 10 giugno del 1775 viene ordinato sacerdote nella chiesa di Santa Restituta a Napoli; l’11 celebra la prima messa. Il 15 giugno del 1794, si trova a fronteggiare l’emergenza della devastante eruzione del Vesuvio.

“C’è un unico filo che unisce le diverse ricorrenze di giugno – aggiunge don Giosuè Lombardo -: è il dono della vita; della chiamata alla santità con il battesimo; della vocazione al sacerdozio e della profezia”.