Ci siamo. Domani sarà il giorno della proclamazione degli eletti nel consiglio comunale di Torre del Greco. Molti volti noti della politica cittadina torneranno ad occupare gli scranni dell’aula consiliare con qualche novità. Un insediamento dal sapore particolare, quello di domani, visto che tra i neo eletti c’è anche qualche consigliere indagato nell’ambito dell’inchiesta della procura di Torre Annunziata sull’inquinamento delle elezioni di giugno. Nel frattempo spuntano ogni giorno nuovi dettagli come quello di uno stock di magliette griffate proposto per comprare voti.
L’appuntamento a Palazzo Baronale è fissato per le 12.30. La maggioranza sarà rappresentata da Felice Gaglione, Iolanda Mennella, Stefano Abilitato, Luigi Caldarola e Pasquale Brancaccio della lista “Il Cittadino”. Da Vittorio Guarino, Gaetano Frulio, Anna Laura Guarino e Luisa Liguoro per la lista “Ci vuole coraggio”. Per la lista Dai in consiglio entrano Michele Langella e Salvatore Gargiulo. Carmela Pomposo e Simone Gramegna con Insieme per la Città. Per la Svolta c’è Ciro Piccirillo mentre per Movimento Popolare Torrese Antonio D’Ambrosio. Sul fronte dell’opposizione ci sono i candidati a sindaco non eletti Luigi Mele, Romina Stilo, Valerio Ciavolino, Nello Formisano e Luigi Sanguino, ai quali si aggiungono un secondo consigliere per il Movimento 5 Stelle, Vincenzo Salerno, un solo consigliere per Forza Italia, Antonio Spierto, ugualmente uno per Fratelli d’Italia, Alessandra Tabernacolo, ed uno soltanto della coalizione dell’ex vicesindaco Romina Stilo, Mario Buono.
Il tutto mentre si attende ancora l’ufficializzazione della giunta da parte del sindaco Giovanni Palomba.