Il deputato del Movimento 5 Stelle, Luigi Gallo, ha inviato un esposto al collegio regionale di garanzia elettorale della corte d’appello di Napoli per chiedere un nuovo conteggio delle schede elettorali dopo il voto dello scorso 10 giugno a Torre del Greco. Alla corte d’appello si chiede di intervenire con urgenza, prima dello svolgimento del ballottaggio in programma domenica 24 giugno, convocando i rappresentanti di lista del seggio centrale di Torre del Greco per assistere all’operazione.

“Questo atto – spiega il deputato Gallo – segue le denunce puntuali dei rappresentanti di lista del Movimento 5 Stelle, che sono stati tra i più temerari a segnalare le presunte irregolarità riscontrate nei seggi. Ieri, insieme al gruppo locale del Movimento 5 Stelle di Torre del Greco, abbiamo consegnato una fitta documentazione anche al procuratore della Repubblica di Torre Annunziata, Alessandro Pennasilico, denunciando punto per punto ulteriori anomalie come errori materiali nella trascrizione delle preferenze e nell’attribuzione di voti e altri casi in numerosi seggi, come il black out mentre alcuni estranei erano presenti nel seggio. Siamo lieti che la procura abbia deciso di accendere un faro su questa vicenda torbida che ha evidentemente impedito il regolare svolgimento delle elezioni e per cui ci sono indagini in corso relative al reato di voto di scambio.

Sosterremo sempre l’operato della magistratura, riportando ai giudici tutte le segnalazioni utili. E’ stato però opportuno, in questa fase, rivolgersi anche alla Corte d’appello perché si proceda con urgenza alla riconta dei voti. Non ci fermeremo fino a quando questa città non si libererà da pratiche illegali e odiose che minano la libertà democratica di ciascun cittadino, contraddistinguendoci per azioni concrete e perseveranti per ripristinare la legalità in questa città”.