Il cerchio si chiude. La formazione della squadra di governo che affiancherà il sindaco Giovanni Palomba è giunta alle fasi finali. Nella giornata di ieri è arrivato l’accordo sulle quote rosa Annarita Ottaviano, commercialista e revisore contabile in quota “Ci Vuole Coraggio” e Anna Pizzo, avvocato civilista che entra in quota “Dai”. Al momento sono sei i nomi in campo mentre resta ancora da sciogliere il rebus per la lista “Insieme per la città”. In primis, c’è Pietro De Rosa già ufficializzato e assegnato all’igiene ambientale. Poi tre donne, Ottaviano e Pizzo appunto, più l’avvocato Luisa Refuto sponsorizzata da Luigi Caldarola della lista Il Cittadino. Ma l’accordo iniziale prevedeva l’ingresso in giunta di quattro quote rosa e qui il nodo da sciogliere con la lista che fa capo al coordinatore Alfonso Ascione. Ancora ci sono Gennaro Granato (in quota Ci Vuole Coraggio) e Vincenzo Sannino (in quota Il Cittadino), quest’ultimo finito – insieme ad altre sei persone – sotto i riflettori della magistratura oplontina nell’ambito di un’inchiesta per corruzione e abuso d’ufficio. Una circostanza che potrebbe rimescolare le carte in tavola. Nei confronti dell’ex dirigente comunale, tuttavia, la posizione del sindaco Palomba è garantista. Nessuna certezza, infine, sul nome cui affidare la carica di vicesindaco.